Grazie agli ex Ministri provinciali

La mattina del 16 maggio, nella chiesa di S. Francesco in Padova, i Ministri delle 6 Province OFM del nord Italia hanno terminato il loro mandato e consegnato il sigillo della rispettiva Provincia.Ai Frati Bruno Bartolini (già Ministro della Provincia dell’Emilia Romagna), Francesco Bravi (già Ministro della Provincia di Lombardia), Francesco Patton (già Ministro della Provincia del Trentino), Maggiorino Stoppa (già Ministro della Provincia di Piemonte), Mario Favretto (già Ministro della Provincia di Veneto-Friuli V.G.) e Mario Vaccari (già Ministro di Liguria), la nostra viva riconoscenza per il servizio di animazione e conduzione della vita delle Fraternità provinciali prestato in questi 6 anni con generosità e passione.
La realtà della Provincia, della Chiesa, dell’umanità è come un grande mare: ricco di risorse, di potenzialità e di bene; ma anche carico di incertezze, pericoli e problemi. In questo mondo di problemi e contraddizioni, il vostro lavoro/servizio, cari Ministri, è stato davvero una goccia d’acqua amica e accogliente.
Un grazie speciale a fr. Antonio Scabio che per 5 anni, cioè fino alla sua elezione come Definitore generale avvenuta a maggio 2015, ha svolto il servizio di Ministro provinciale del Veneto e Friuli Venezia Giulia per il suo stile di semplicità e minorità. Tanta gratitudine anche a Fr. Massimo Fusarelli, per la sapiente conduzione in questi oltre 2 anni del suo impegnativo ufficio quale Delegato del Ministro generale.
Ora alcuni di questi ex Ministri provinciali sono stati chiamati ancora alla conduzione della vita della nuova Fraternità provinciale: Fr. Mario Favretto come Ministro provinciale, Fr. Mario Vaccari come Vicario provinciale e Fr. Maggiorino Stoppa come Definitore provinciale. Inoltre un altro ex Ministro provinciale, Fr. Francesco Patton, è stato nominato Custode di Terra Santa.

Da sinistra a destra: Frati Mario Favretto, Francesco Bravi, Mario Vaccari, Bruno Bartolini, Maggiorino Stoppa e Francesco Patton

Da sinistra a destra: Frati Mario Favretto, Francesco Bravi, Mario Vaccari, Bruno Bartolini, Maggiorino Stoppa e Francesco Patton